advert 1
advert 2
advert 3
L'Istituto PDF Stampa E-mail

Il primo nucleo dell'Istituto, risale a un secolo fa, al 19 Febbraio 1906, in Lecce, in Via Scipione De Summa, nei pressi di Porta Napoli, a ridosso delle mura fortificate della città. L'iniziativa è di una giovane priva di vista, di appena 27 anni, Anna Antonacci di Tricarico (MT).

 

Già in collegio, nei suoi sogni giovanili, Ella aveva accarezzato e coltivato la sua vocazione d'impegno sociale ed educativo, orientato alla fondazione di un Istituto, dove ospitare, ma, nel contempo, istruire, educare e professionalizzare le centinaia di ciechi conterranei, costretti a languire, inoperosi in famiglia, lungo le strade, o presso le Chiese, ed i tempi erano maturi per il riscatto sociale dei ciechi.

 

La Provvidenziale invenzione del Metodo di scrittura e lettura per i ciechi dovuta a Louis Braille, aveva offerto ai ciechi concrete possibilità di lavoro, quindi di autosufficienza. Ella, tra l'altro, aveva compreso l’importanza di un intervento educativo; Le reali potenzialità intellettive e manuali del cieco, su cui far leva, per una sua possibile e preziosa collocazione lavorativa e l’opportunità educativa per il disabile visivo, una volta superata la terza classe, di frequentare la Scuola pubblica, con i coetanei vedenti.

 

Già in Istituto, infatti, (lo scrivente ne è testimone), accanto al disabile, sedeva, spesso il compagno vedente. Con R.D. 17 febbraio 1921, l'Istituto era riconosciuto Ente Morale, ed ebbe il Suo Statuto, tuttora in vigore; nel 1925, a seguito di un'apposita ispezione ministeriale, l'Istituto otteneva la idoneità, quale Istituto scolastico e posto alla dipendenza del Ministero della Pubblica Istruzione. Di recente l'istituto per i minorati della vista Anna Antonacci di Lecce ha avviato il progetto di turismo sociale. E' possibile usufruire del servizio Affitta camere istituito a favore di tutti i non vedenti e/o ipovedenti e le loro famiglie desiderose di soggiornare nella nostra città.

 

Le camere sono dotate di ampie terrazze che si affacciano nei giardini padronali e balconi da cui è possibile ammirare la piazzetta antistante l'ingresso al palazzo, ove si affaccia anche lo storico convento dei Padri Minimi di S. Francesco di Paola e si diramano le viuzze collegate al centro della città. I nostri ospiti possono visitare la Firenze delle Puglie. Gli ospiti che vogliano portare con sé i loro cani guida, possono farlo. Per info e prenotazioni potete contattare il numero: 0832-303939 o inviare una email al seguente indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.